Facebook lancia i nuovi gruppi


STARTING TODAY WE ARE TRANSFORMING GROUPS, così dice il blog di Facebook (su facebook), e la trasformazione si vede davvero.


l’immagine originale è di Fuyoh! pubblicata su flickr con licenza creativa commons di attribuzione 2.0 generico

Facebook è imprevedibile, soprattutto per la quantità di cambiamenti ai quali abbiamo assistito quest’anno (nuove pagine, frenetiche gare per l’assegnazione di URL, nuove interfacce grafiche), tutti così regolarmente imprevedibili che ormai non sorprendono più.
Con lo stesso spirito, una sorpresa non così sorprendente, questa mattina abbiamo scoperto che i gruppi non sono più così diversi dalle pagine, o dai profili. Oggi iniziamo a trasformare i gruppi, annuncia Knot Pipatsrisawat , un giovane sofware engineer della compagnia di Palo Alto.

Nuovo design con l’organizzazione per tab (le cartelle in alto, nella pagina) già adottata per profili e pagine, che rende i gruppi difficilmente distinguibili da queste ultime. Ma soprattutto il social network più famoso al mondo ha regalato ai suoi groups nuove funzionalità che permetteranno agli utenti di seguirne evoluzione e attività.
Le ultime novità dal gruppo che verranno così visualizzate sul vostro news-feed (la bacheca, lo stream…) saranno quelle pubblicate dai vostri amici, e non da tutti gli utenti del gruppo.

A differenza dei gruppi, le pagine invece permetteno l’utilizzo di applicazioni e pubblicano sul newsfeed i post dell’amministratore della pagina, a nome della pagina, dando così voce all’azienda, al prodotto, al personaggio ecc….Ci tiene a precisarlo l’ingegnere di facebook, che con questi cambiamenti i gruppi non diventano uno strumento sostitutivo alle pagine per promuovere aziende, organizzazioni o pubbliche figure.

…..while Pages remain the best way to broadcast messages to your fans if you are a business, organization, public figure or other entity……

Se si può muovere qualche critica a questo cambiamento è quella di delegare solo alle piccole icone il compito di differenziare a “colpo d’occhio” gli strumenti. In questo modo si corre il rischio di confondere l’utente, diminuendo la percezione delle differenze fra gli strumenti. In futuro sarà più difficile distinguere fra gruppi e pagine e probabilmente qualcuno, nel quartier generale di facebook, sta già pensando a un nuovo modo per rendere Pages e Groups uno strumento unico.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)