Time is Running Out/The final countdown: la corsa alla URL


La prima era una mediobella canzone dei Muse  che ha poco a che fare con il nostro post se non per il suo titolo: ci serve solo per dire che il tempo per raccontarvi questa notizia sta passando, e che fra poco non sarà più notiziabile. La seconda era una mediobella canzone-tormentone degli Europe che ci serve per spiegare perché il tempo sta passando. Non parliamo di catastrofismi e falsi allarmi, ma un conto alla rovescia c’è e ha questo aspetto e lo si trova su http://www.facebook.com/username/


La notizia, passata dal compagno di pranzo e di siti web Zoo di Venere,  è: da sabato 13 giugno – mancano appunto 2 giorni e qualcosa – alle ore 6 scatta la possibilità di “nominare” il proprio profilo di Facebook. Dargli una URL. Dargli un nome utente. In altre parole: poter digitare www.facebook.com/pages/ph5 (URL solo a titolo di esempio). Sembra banale, perché Myspace, Linkedin, Last.fm, e perfino il Couchsurfing, offrono da subito la possibilità di dare una URL al proprio profilo. Eppure tanto banale non lo è, altrimenti non passavano anni prima della svolta. Per questo si giustifica il conto alla rovescia: sono talmente tanti gli utenti facebook (le statistiche parlano di 200 milioni ) e sono talmente tante le omonimie che ci sarà una vera corsa alla URL. Di svolta si parla, perché Facebook sta diventando sempre più un biglietto da visita sia per il proprio profilo personale (in cerca di lavoro o di contatti, per esempio), sia per la promozione di inziative private (un’attività, un gruppo, un ristorante, un’associazione). Avere sul biglietto da visita un indirizzo che, invece di essere così http://www.facebook.com/profile.php?id=752619574 è così www.facebook.com/People/livia.fag può fare  la sua differenza.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)