Archivio settembre 2009

Ph5 per Chloride


Da alcuni anni Chloride Italia ha scelto ph5 per la professionalità nella grafica pubblicitaria. Da pochissimo Chloride ha scelto ph5 anche per avviare un’attività di consulenza nella comunicazione web e lo sviluppo delle PR online. La notizia ci gratifica e ci dà entusiasmo, perché Chloride è una multinazionale leader nel mercato dell’energia elettrica che punta sull’alta tecnologia dei prodotti, su un’assistenza tecnica competente e professionale e sul rispetto ambientale. Nello specifico, Chloride assicura la qualità e la continuità dell’energia elettrica proteggendo le apparecchiature elettriche (data center, reti di computer, apparecchiature mediche, sistemi di gestione degli edifici, sistemi di sicurezza ed emergenza) da interruzioni operative e inefficienze. Chloride si occupa di UPS, gruppi di continuità di altissimo livello, e la sua storia professionale è garanzia di qualità. Chloride Italia lavora con grandi gruppi che eccellono nel loro campo: strutture ospedaliere di eccellenza (Ospedale San Raffaele, Ospedale Pediatrico Meyer, Ospedale San Carlo etc.), data center e aziende leader delle telecomunicazioni (Fastweb, BT Italia, Vodafone, Sky etc.), nomi protagonisti dell’industria italiana (Lamborghini, Marcegaglia, STMicroelectronics etc.), compagnie aeree e di trasporti (Enav, Heathrow Terminal 5, Dubai Airport, etc.). Ne abbiamo elencate solo alcune, il profilo completo è alla pagina Referenze di questo indirizzo (http://www.chloride.it/).

Nessun commento

Nella nuova Fattoria, ia ia oh


No, non è il reality show. No no. Uno è Farmville, l’application Facebook che conta un numero di utenti incredibile (43milioni167mila) e un blog italiano ufficiale. Lo scopo? Costruire una bella fattoria. Come? Si aspetta che crescano le verdure, si raccolgono e vendono al mercato, si acquistano i semi per altre colture, si compra un attrezzo per arare il campo, etc. Il tempo individuale del web si piega al corso della “natura digitalizzata“: ci vogliono 3 giorni solari affinché il grano (pagato 35 e rivenduto a 102) cresca, così come i lamponi impiegano 2 ore per esser pronti al raccolto. Ma Farmville non è solo un gioco, è un riassunto delle più vincenti strategie di quel che si chiama marketing 2.0. Oltre ad invitare gli amici, giocare e confrontare i propri punteggi con i loro, con Farmville è possibile aiutarli per vincere punti, esperienza e coccarde premio, e soprattutto farsi una foto, da intruso, nelle fattorie degli amici assenti: un coinvolgimento a più facce per assicurarsi il massimo numero di giocatori. E i numeri parlano da soli!


L’altra curiosità che viene dal web è SardiniaFarm , in Sardegna. Tramite il sito si possono adottare Adelaide, Cate, Filippa, Margot e pure Topalisa: si può andare a visitarle, nutrirle, accarezzarle, e pure mungerle. Sono pecore, he! Che mangiano sano e producono latte che diventa formaggio molto buono che ci arriva per posta. Questo se si diventa fattori a distanza e si passa un weekend in Sardegna da Emilio. L’idea è biologica, sana, naturalistica, e pure social: vedi tutte le foto delle pecore!

Nessun commento

A cinture allacciate!

E’ appena finita la settimana nazionale della sicurezza online, 7 giorni per parlare delle cose da sapere assolutamente prima del primo login. Diversi Social Network ci hanno regalato consigli e tecniche per difendere l’identità, le immagini, le opinioni nostre o della nostra famiglia. Ne parliamo solo oggi, a settimana conclusa, perché prevenire è sempre meglio che curare e perché repetere juvant.

E’ stata senza dubbio una bella iniziativa con 2 patrocini ministeriali, Gioventù e Ministero dello Sviluppo Economico, e che ha coinvolto tutte le realtà 2.0 ( guardate, per noi non manca nessuno! ) anche in una interessante caccia al tesoro, la Caccia alla Sicurezza. Ogni Social Network ha ospitato un indizio utile per arrivare alla soluzione. Cosa c’era dietro alla raccolta di tutti gli indizi è ancora un segreto, altrimenti che caccia al tesoro sarebbe?

Per saperne di più, ecco un po’ di link:

Il sito ufficale dell’iniziativa
Il canale di youtube dedicato
La divertente trattoria della sicurezza, su duespaghi.it

Nessun commento

Riceviamo e pubblichiamo: una cartolina da Getty&Flickr

Una cartolina dalla Sicilia! No, una cartolina con le foto della Sicilia. Chi ce la spedisce?

Jessica è andata in Sardegna, no? Sì. Infatti ce la manda Getty. Chi? Getty Images, il distributore mondiale di fotografie e contenuti digitali. Che storia. Infatti, che storia. e che mossa!
Spedire una cartolina con le proprie foto è una bella idea, ma spedire una cartolina con le foto tratte da Flickr per promuovere la nascita della collezione fotografica “Getty Images + Flickr” è ancora più bella.
Getty Images – una delle banche immagini più conosciute nel mondo della pubblicità – si apre ai fotografi non professionisti di Flickr, offrendo loro la possibilità di guadagnare vendendo le loro foto. Getty Images crea una collezione con più di 30mila foto tratte da Flickr: queste riflettono la passione di un’intera community mondiale di fotografi ed offrono immagini personali e uniche, di rara autenticità tra le foto di stock. Le foto della collezione sono disponibili con formule sia rights-managed che royalty-free, in modo da coprire ogni esigenza creativa.

Dalla collezione Flickr si possono effettuare ricerche per parole chiave (tag, con cui sono caratterizzate le foto) e si possono creare nuvole di foto: le nuvole sono un tipo di visualizzazione nuovo per raggruppare le immagini che più ci piacciono, sia per utilizzarle nei lavori che per suscitare idee.Non solo, lenuvole si possono esportare e condividere perché esiste:


- un’applicazione Facebook per creare nuvole di foto che rappresentano il proprio status, cioè la visualizzazione del proprio umore;
- un widget flash per aggiungere le nuvole al blog e ad altri spazi personali
- un salvaschermo dinamico con le immagini risultanti dalle ricerche recenti degli altri utenti.
Che dire, questi di Getty Images ne sanno una più di Bill Gates, e una meno di Steve Jobs (la homepage di Getty non vi ricorda quella della Apple?).
ps. anche noi abbiamo aperto un profilo Flickr per le Terme di Castrocaro.

Nessun commento